Alcolismo e personalità

La dipendenza da alcol e l’abuso di alcol sono condizioni cliniche caratterizzate da specifiche strutture di pensiero e da determinati aspetti comportamentali legati all’utilizzo della sostanza alcolica. L’appetibilità delle bevande alcoliche Il giorno dopo E.Munchha prevalso sulle altre per l’effetto tonico ed euforizzante, per il momentaneo sollievo che danno all’angoscia e per il senso di solidarietà fra gli individui che il “bere insieme” da sempre ha significato. Non è da sottovalutare l’importanza della dimensione socio-culturale, biologica, genetica e psicologica che spinge costantemente l’individuo verso l’uso e il successivo abuso di questa sostanza. Tra le motivazioni psicologiche sono da considerare incentivi che facilitano l’alcolismo gli stati di tensione, le difficoltà nelle relazioni umane, i sentimenti di insicurezza, l’incapacità di affermazione personale e il bisogno di gratificazione. Il desiderio irrefrenabile che spinge il paziente con una dipendenza da alcol ad assumere tale sostanza, i cui effetti sono già stati sperimentati in passato, prende il nome di craving. Durante il seminario si cercherà di fornire un quadro delle differenti tipologie di craving nel paziente alcolista e delle manifestazioni psicopatologiche correlate, verranno illustrati i trattamenti più efficaci per prevenire e contrastare la diffusione di tale fenomeno.
 
Dr.ssa Rita Fiorentino
 
Il seminario si terrà venerdì 16-10-2015, ore 15.00-18.00,  presso la sede dellI.R.E.P., Via Piave, 7 Roma.

Le nuove dipendenze: Ludopatia,Internet addiction, Pornodipendenza

Quando una creazione della tecnologia compare a mutare le azioni e le relazioni degli individui, non si può prevedere il reale impatto che avrà sulla nostra vita. Con l’apparizione e diffusione di massa dei media per comunicare e rsz seminariotolvescambiare informazioni sono mutati gli spazi ed i tempi delle relazioni ed interazioni. A venti anni di distanza dal boom dei telefonini ed a quindici anni dall’apparizione di internet possiamo valutare le nuove tecnologie in base a pregi e variazioni della vita quotidiana, ma anche a quelle forme di eccesso e perdita di senso che sono manifestate dall’ingresso delle patologie da nuove dipendenze all’interno delle categorie psichiatriche e cliniche. In questo cambiamento come si pone il nostro corpo, il fluire delle emozioni e pensieri, la nostra stabilità nel tempo che indichiamo con il termine di identità? Il seminario vuole essere un momento di riflessione in cui definire linee guida che contribuiscano alla promozione di un uso ed un non abuso dei media comunicativi.

Dr. Giuseppe Tolve - Dr. Daniele Manasse

Il seminario si terrà in data 13-11-2015, ore 15.00-18.00,  presso la sede dellI.R.E.P., Via Piave, 7 Roma.

Identità e Trauma: il centenario del terremoto della Marsica letto in chiave psicodinamica

La storia della Marsica moderna si snoda su due eventi base: il prosciugamento del lago del Fucino ed il terremoto del ’15. Eventi del tutto dissimili fra rsz 17128rkdjexl sl1500  2-1loro, per l’elementare considerazione che il primo era opera dell’uomo (politico, amministratore o imprenditore che fosse) ed il secondo era opera della natura. Ma questi due eventi, per altro temporalmente vicini, conferivano un rilievo forse unico al territorio che v’era stato soggetto, e pur nella loro eziologica diversità, presentavano due effetti speculari: uno sconvolgimento delle identità ed una perdita della memoria delle radici (G. Nicoli). In questo seminario proporremo una lettura psicodinamica a posteriori degli eventi di fine 800’ inizio 900’ tentando di dimensionare l’impatto di questi sulla popolazione dell’entroterra Abruzzese. 
Dr. Giuseppe Scurci
  
Il seminario si terrà in data 29-05-2015, ore 15.00-18.00,  presso la sede dellI.R.E.P., Via Piave, 7 Roma.
Iscriviti al seminario - Lista dei seminari

Disagio e salute mentale nei migranti

UlisseL’emigrazione implica una frattura, un distacco; significa abbandonare, andare via, lasciare un involucro protettivo, la Patria, e dirigersi altrove. L’altrove è un luogo lontano dai suoni, dagli odori, dalle sensazioni che costituiscono le prime tracce su cui si è stabilito un codice di funzionamento psichico. Significa trovarsi a metà strada tra due culture, «strappare le proprie radici dalla terra d’origine, cercando un modo di trapiantarsi nella nuova terra, con la necessità di non rinunciare a se stessi, alla propria identità» (Mazzetti, 1996). Un fenomeno di tale portata comporta l’attraversamento di determinati percorsi psichici e anche di possibili manifestazioni di disagio. I soggetti che arrivano da noi sono in genere persone che nel loro paese hanno lottato a lungo contro una dittatura, o contro una situazione politica che li privava di ogni libertà; che hanno visto scomparire compagni, familiari o hanno subito loro stessi ingiustizie e violenze per aver protestato. Quello che si va cercando è un posto dove si vedano i propri diritti rispettati, in cui la propria identità e autonomia vengano accolte senza pregiudizi. L'obiettivo del seminario sarà analizzare le  conseguenze traumatiche che un percorso migratorio forzato produce su un soggetto e quali siano le strategie d’intervento possibili per favorirne l’integrazione sociale.
  
Dr.ssa Claudia Notari
 
Il seminario si terrà venerdì 12-06-2015, ore 15.00-18.00,  presso la sede dellI.R.E.P., Via Piave, 7 Roma.
Iscriviti al seminario - Lista dei seminari

Emergenza - controllo - panico: l

rsz psy logoNell’esperienza del panico, uno degli elementi centrali è rappresentato dall’emergenza: Ade si serviva di Pan e di Pena per seminare il terrore tra gli uomini, inviandoli tra loro senza darne preavviso. L’emergenza, che si concretizza a partire da manifestazioni psicofisiologiche eclatanti, si configura anche come una perdita imprevista e terrorizzante della possibilità di contenere / controllare / proteggere il proprio corpo ed il proprio senso d’identità. La paura di morire si affianca qui, paradossalmente, alla necessità di “morire a se stessi” per intraprendere un processo di riappropriazione delle molteplici polarità del Sé, che possono essere riconosciute e reintegrate nella strutturazione di un’identità ego-sostenibile. Per avviare positivamente un processo terapeutico che può anche essere di media – lunga durata, è necessario, innanzitutto, saper accogliere il vissuto angoscioso della persona che abbiamo di fronte ed adottare delle strategie di contenimento della sintomatologia psicofisiologica di cui la crisi è portatrice.
Dr. Claudio Dalpiaz
 
Il seminario si http://viagrausa-online.com/emotional-problems-that-may-cause-you-your-sex-drive-and-lower-a-libido/ terrà venerdì 11-09-2015, ore 15.00-18.00,  presso la sede dellI.R.E.P.,  Via Piave, 7 Roma.
Iscriviti al seminario - Lista dei seminari

I disturbi del comportamento alimentare e la mentalizzazione: due prospettive teoriche a confronto

I disturbi alimentari, sono sempre più identificabili come una metamorfosi del corpo per narrare il disagio. Aumenta sempre più la loro presenza ed incidenza nella società moderna ed occidentale, iniziano però ad esulare dalla seminariosirollimanase1Sindrome Culture Bound e divengono veri puzzle clinici che non posso prescindere dal funzionamento psichico individuale, dalla modalità di percepire ed identificare le emozioni, dal livello e dallapresenza di momenti alessitimici e dalla progettualità di un Super Io ipertrofico (Recalcati, 2001).
La modalità di funzionamento psichico e la capacità di mentalizzazione di soggetti affetti da DCA offrono uno sguardo clinico che apre la strada a diverse prospettive e modalità di approccio terapeutico. I DCA sono una patologia che necessariamente devono essere affrontati secondo un approccio multidisciplinare e bio-psico-sociale. È necessario coinvolgere la famiglia e guardare il disturbo all’interno dell’individuo e del suo specifico funzionamento psichico.
Nel seminario si propone la ricerca di un dialogo tra metodologie che abbia come fine ultimo il benessere dell’individuo.
 
Dr.ssa Arianna Sirolli – Dr. Daniele Manasse
 
Il seminario si terrà venerdì  2-10-2015, ore 15.00-18.00,  presso la sede dellI.R.E.P.,  Via Piave, 7 Roma.
Iscriviti al seminario - Lista dei seminari

Mindfulness: un aiuto per la gestione dello stress e la coltivazione del benessere nella vita di tutti i giorni attraverso la consapevolezza

mindfulness3x3La mindfulness è una particolare forma di consapevolezza, è un' attitudine umana universale presente in ognuno di noi. Occorre coltivare e riscoprire questa modalità di essere che ci consente di entrare in relazione con noi stessi, con il proprio corpo, con il proprio cuore, la propria mente, con gli altri e con la realtà che ci circonda in un modo nuovo, più presente più vivo, direttamente a contatto con i nostri bisogni. La mindfulness consente di interrompere i propri abituali automatismi di reazione, evitando di continuare a mettere in atto reazioni comportamentali inadeguate, e ripetitive, questo è importantissimo per recuperare il benessere psicologico, l’armonia, l’integrazione mente-corpo e intraprendere un cammino alla scoperta di noi stessi. Durante l’incontro ci sarà una presentazione del programma MBSR, programma di riduzione dello stress attraverso la consapevolezza, ideato e strutturato dal Dott. Jon Kabat Zinn, parleremo delle ricerche neuroscientifiche che avvalorano i risultati ottenuti da una costante pratica di Mindfulness, ne faremo esperienza.

Dr.ssa Marika Nuti

Il seminario si terrà venerdì 08-05-2015, ore 16.00-18.00,  presso la sede dellI.R.E.P., Via Piave, 7 Roma.
Iscriviti al seminario - Lista dei seminari

Alessitimia e regolazione affettiva

magritteLa difficoltà ad esprimere verbalmente le emozioni, la scarsità di fantasia e lo stile comunicativo incolore che Sifneos e Nemiah hanno indicato con il termine "alexitimia" nel 1970, ha portato negli ultimi 40 anni a diversi filoni di ricerca. Il seminario intende trattare il costrutto alessitimico alla luce delle nuove ricerche che sottolineano come esso non si riferisca più esclusivamente al paziente psicosomatico; aree o momenti alessitimici  si possono infatti riscontrare in diverse organizzazioni di personalità, in relazione a diversi contesti e momenti di vita. 
Dr. Pierpaolo Nastasia
 
 
Il seminario si terrà venerdì 11-12-2015, ore 15.00-18.00,  presso la sede dellI.R.E.P., Via Piave, 7 Roma.
Iscriviti al seminario - Lista dei seminari

La mediazione genitoriale: gestire diversamente il conflitto genitoriale; analisi delle fasi e delle tecniche della mediazione familiare attraverso un caso clinico

rsz mediazione famLa mediazione genitoriale si sostituisce al conflitto, quasi sempre attivo, nei casi di separazione e divorzio, permettendo ai due coniugi di trovare un canale alternativo per poter comunicare. Essa non si sostituisce alla terapia familiare, né tantomeno alla consulenza legale, segue un suo percorso specifico e peculiare che si propone come obiettivo la possibilità che i due genitori, attraverso la mediazione di un terzo, possano elaborare in prima persona un programma di separazione soddisfacente per loro e per i figli, in cui possano esercitare la comune responsabilità genitoriale.
Dr.ssa Patrizia Perrone
 
 
Il seminario si terrà in data 15-05-2015, ore 15.00-18.00,  presso la sede dellI.R.E.P., Via Piave, 7 Roma.
Iscriviti al seminario - Lista dei seminari