Mindfulness: cos'è, come praticarla e quali benefici può dare nella vita di tutti i giorni

Mindfullness

Sempre più spesso sentiamo parlare di Mindfulness. Cerchiamo di capire insieme cos’è, come praticarla e quali sono i suoi benefici. 

La parola Mindfulness può essere tradotta in italiano con “consapevolezza”, “presenza mentale” e “ricordo”, nel senso di ricordarsi di ritornare al momento presente. 
Mindfulness è quella particolare qualità della mente che ci consente di “portare l’attenzione in modo non giudicante, al momento presente, momento dopo momento” (Jon Kabat Zinn): uno stato mentale con il quale entriamo raramente in contatto durante la vita quotidiana.

Secondo uno studio dell’Università di Liegi (2013) le persone in media dedicano mentalmente il 43% del loro tempo di veglia a pensare al futuro, il 26% al passato e solamente il 15 % al presente (un 16% è di collocazione temporale incerta). Quindi noi dedichiamo quasi il 70 % della nostra vita a due dimensioni temporali che semplicemente non esistono, facendo si che la nostra mente sia sempre spostata nel futuro e nel passato e raramente è presente a ciò che sta accadendo adesso, in questo momento. E' proprio questo scollamento dal presente e questo continuo vagare della mente che crea disagio. Tendenzialmente, quando la mente è proiettata nel futuro, sorgono apprensioni e preoccupazioni. Quando invece viviamo nel passato ci soffermiamo sulle recriminazioni e insoddisfazioni. La Mindfulness ci aiuta a portare la nostra mente nel qui ed ora, a vivere il più possibile il momento presente e a liberare la mente dalla continua tendenza a vagare. 

La pratica della consapevolezza Mindfulness propone una nuova modalità di entrare in relazione con le proprie esperienze, in maniera più intima, con maggiore consapevolezza, maggiore accoglienza, meno automatismi e reattività, più presenza. E' possibile, in questo modo, trasformare la nostra esperienza abituale e accedere a nuove possibilità, nuovi modi di essere, divenendo consapevoli di come le nostre convinzioni, credenze, schemi mentali e automatismi influenzano il nostro stato d’animo e i comportamenti.
La consapevolezza può essere vista come un muscolo ed è importante allenarla affinché possa poi essere a servizio nella nostra vita.


Come è possibile allenare questo muscolo?

Possiamo allenare il muscolo della consapevolezza attraverso diverse pratiche:
- sul corpo (sdraiato, seduto e in movimento, come il Mindful Yoga)
- sul respiro
- sull'osservazione di emozioni e pensieri
Oppure allenandoci a portare l'attenzione all'esperienza del momento presente e a ciò che accade nel nostro corpo e intorno a noi, incontrando l'esperienza per quello che è senza giudicarla, valutarla o criticarla.

Ad oggi sono stati sviluppati e validati numerosi programmi Mindfulness Based, ovvero percorsi che ci aiutano a fare esperienza di Mindfulness, a praticarla e a fare in modo che possa entrare a far parte della nostra vita di tutti i giorni.
La ricerca scientifica ha evidenziato e comprovato una serie di benefici dovuti ad una costante pratica di Mindfulness:
- aumento della percezione del proprio benessere
- migliore gestione della propria vita
- miglior “essere con”… noi e le relazioni
- riduzione dei livelli di stress
- gestione degli stati ansiosi
- riduzione dei pensieri invasivi ed ossessivi
- maggiore fiducia in se stessi e verso le proprie potenzialità
- migliori capacità comunicative, di relazione e di empatia verso se stessi e gli altri.

Una costante pratica di Mindfulness incrementa quindi il proprio processo di crescita personale, prendendosi cura di sé, sviluppando un maggiore stato di serenità e pace mentale, e riprendendo in mano le redini della propria vita.

 

Dott.ssa Marika Nuti

Tags: meditazione, minfullness